Renault Captur

  • 00 GG
  • 00 HH
  • 00 MIN
  • 00 SEC
+

La Magia del Drive-In

Categories: archivio notizie

Nell’immaginario collettivo, c’è un luogo che è stato per anni punto di ritrovo per i giovani in cerca di cinema, comodità ed un po’ di riservatezza: il Drive-In. Un prezioso angolo di intrattenimento dimenticato per troppo tempo, a causa di strumenti che hanno facilitato sempre più la fruizione di filmati. Negli ultimi anni, come da tendenza che guarda al passato per abbellire il presente, alcuni punti sono rinati proprio grazie a piazzole, altoparlanti da finestrino ed un enorme telo bianco, pronto ad illuminarsi.

Il Cinema nel Cinema

Il Drive-In è da sempre meta preferita dei registi che hanno fatto di uno schermo all’aperto un’immagine da proiettare al chiuso. Film cult come Grease o American Graffiti, che si apre proprio nello spiazzo di un cinema all’aperto con gli spettatori in macchina, ma anche serie come Happy Days dove il Drive-In era praticamente uno dei protagonisti.

I Primi in Italia e nel Mondo

Il prossimo anno sarà il 60° compleanno del primo Drive-In italiano, nato il 30 Agosto a Casal Palocco, alle porte di Roma. Oltre 60mila metri quadri di un’area attrezzata appositamente per la visione di film dalle automobili, con uno schermo di 38 per 16 metri e lo spazio per 750 vetture, con la possibilità di attaccare l’altoparlante per l’audio del film su ogni mezzo.
Il primo in assoluto fu invece costruito in America, più precisamente a Dallas, destinato ad essere sia Drive-In che ristorante. Negli USA divenne immediatamente un posto fondamentale per le migliaia di giovani in cerca di un po’ di divertimento e di privacy.

Così come quello a Roma è ancora attivo, seppur con naturali cambi di gestione nel corso dei decenni, anche altre realtà hanno colto al volo l’occasione di far rivivere questo posto magico, e ci saranno sicuramente altri posti ancora da visitare la prossima estate.
Andate anche voi, magari con un’auto Cresci! Una Fiat 500 Cabrio si presta alla perfezione per un’occasione del genere, grazie alla possibilità di aprire il tettuccio, ma anche la comodità e lo spazio di una Renault Grand Scenic sono perfetti per lo scopo.

Cresci Auto
Author: Cresci Auto

Lascia un commento